Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Alice Prin

Ecco, dopo parecchio tempo, un altro ritratto di una donna che ha contribuito, a modo suo, alla storia dell’arte e alla cultura degli Anni Ruggenti.

Alice Prin

kiki

Meglio conosciuta come Kiki de Montparnasse o Reine de Montparnasse.

Nata a Châtillon-sur-Seine il 2.10.1901

Un’altra donna di inizio Novecento che, non a caso, sarà musa ispiratrice dell’ennesimo grande artista, Man Ray, ma non solo.

Perchè la ricordiamo:

  • è una famosa modella francese che inizia, fin dall’età di 14 anni, di sua volontà, a posare nuda, facendo infuriare la madre che la bandisce da casa (una sorta di Lolita insomma);
  • negli anni venti interpreta la “donna perduta” in alcuni film
  • amica di tutto quell’entourage artistico della Parigi del primo Novecento, posa per Picabia, Cocteau, Calder, per citare  alcuni tra i più noti
  • nel 1929 pubblica Souvenirs, la sua autobiografia, che viene proibita negli Stati Uniti fino alla fine degli anni Novanta a causa della sua posizione avversa alla borghesia e il suo linguaggio scabroso (Bukowski non ti sei inventato nulla, n.d.r.);
  • Man Ray, con il quale intrattiene una relazione per sei anni, la ritrae nella celebre opera Le Violon d’Ingres (1924), sovrapponendo il suo corpo languido ai caratteristici segni del violoncello;
  • Kiki si esibisce in un locale di can-can notturno, il Jockey dove oltre a ballare canta canzonette;
  • dal 1940 la Reine de Montparnasse si rifugia negli USA in quanto ricercata dalla Gestapo.
Man Ray Made Iconic Surrealist Photographs—and so Much More
Le Violon d’Ingres, 1924, M. Ray

Qualche curiosità

  • Fernand Léger la immortala nel cortometraggio Le Ballet Mécanique;
  • l’autobiografia Souvenirs gode di un’introduzione firmata niente meno che da Ernest Hemingway;
  • Inizialmente Kiki non voleva posare per Man Ray temendo che la fotografia potesse mettere in luce i suoi difetti fisici;
  • la modella non portava mai le mutande pertanto i sui spettacoli erano sempre fonte di stupore oltre che di gelosia da parte di Ray;
  • Kiki appare nel cortometraggio di Ray Le Retour à la Raison;
  • gli anni trascorsi negli USA non sono anni felici perchè Kiki ingrassa tantissimo oltre a diventare dipendente da droga e alcool, riducendosi, per sopravvivere, a leggere la mano nei bar.
La Reine de Montparnasse | À Voir
Femme assise à la robe bleu, 1918-19, A. Modigliani

Perchè ne parlo? Kiki mi ha colpita in virtù del suo carattere indipendente: è lei stessa attrice, pittrice, cantante, scrittrice, insomma è una donna che sa il fatto suo e non si fa mettere i piedi in testa, padrona di sé e sfrontata, non guarda in faccia a nessuno per ottenere tutto quello di cui ha bisogno.

Al prossimo ritratto,

.f

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: